logo-tufani
Luciana Tufani Editrice
associazione culturale Leggere Donna

Ricerca nel sito

Sophie von La Roche

Sophie von La Roche

Nacque a Kaufbeuren nel 1730, da una famiglia di intellettuali. Si fidanzò con lo scrittore Christoph Martin Wieland, al quale rimase legata da un affettuoso vincolo di amicizia anche dopo la rottura del loro legame e il successivo matrimonio di lei con il Consigliere La Roche, avvenuto nel 1754, dal quale ebbe cinque figli.
Sophie von La Roche è stata una delle più note letterate tedesche del 1700. La sua fama è legata soprattutto al romanzo epistolare Geschichte des Fräulein von Sterheim (Storia della signorina von Sterheim), pubblicato anonimo nel 1771 ma del quale ben presto si venne a sapere che ne era l’autrice. Ciò le procurò una grande popolarità e la rese una personalità a cui molti giovani letterati facevano riferimento. La Storia della signorina von Sternheim è il primo romanzo di formazione della letteratura tedesca al quale Goethe, grande ammiratore di Sophie von La Roche, si ispirò per il suo I dolori del giovane Werther.
Grazie alla fama e al prestigio derivatole dal suo libro, che descriveva in maniera molto realistica i sentimenti e le aspirazioni di una giovane donna, Sophie von La Roche, considerata ormai una “esperta” di problemi femminili, quando ebbe bisogno di guadagnare, divenne editrice di una rivista rivolta alle donne, «Pomona», in cui i consigli di vita si alternavano ad argomenti letterari. Negli ultimi anni della sua vita, Sophie, che aveva interrotto la pubblicazione di «Pomona», anche a causa della morte del figlio più amato che la aiutava nella redazione della rivista, si dedicò all’educazione dei nipoti, orfani della figlia Maximiliane e del ricco commerciante di origine italiana Pietro Antonio Brentano. Tra questi nipoti divennero famosi scrittori Bettina Brentano von Arnim e Clemens Brentano.
Morì ad Offenbach nel 1807.

 
 

Associazione Culturale Leggere Donna - Luciana Tufani Editrice
Via Ticchioni 38/1 - 44122 Ferrara | tel/fax 0532/53186 - e-mail luciana.tufani@gmail.com