logo-tufani
Luciana Tufani Editrice
associazione culturale Leggere Donna

Ricerca nel sito

Le curatrici

  • Insegnante e giornalista, ha collaborato a «La Stampa», «La Repubblica», «Noi Donne». Negli anni Settanta ha fatto parte del gruppo di autocoscienza Rivolta femminile. Ha…
  • Vivono a Bolzano ed insegnano nelle scuole superiori della città. Sono curatrici anche dell'antologia Scrittrici italiane del primo Novecento pubblicata dal Comitato per le Pari…
  • Il Centro Documentazione Donna di Ferrara è nato nel 1980 ed è tra i fondatori della rete informativa Llith, che raggruppa i centri di documentazione,…
  • Daria Angeli è una fotografa documentarista, una traduttrice e un’insegnante. È nata a Zurigo, in Svizzera, nel 1979, dove è cresciuta fino all’età di 13…
  • Autrice di testi teatrali e programmi televisivi, oggi lavora come regista televisiva. Il suo incontro con il femminismo avviene a Parigi nel 1971. Tornata in…
  • Referente italiana della Brontë Society. Curatrice di diverse opere tra le quali Emily Brontë - La vita, di Muriel Spark, Le Lettere, Firenze 1999; Jane Eyre, per la collana Writers…
  • Giovanna Covi è ricercatrice presso l’Università di Trento dove insegna Lingua e Letterature Angloamericane e Studi di Genere. Si occupa principalmente di teoria femminista, postmoderna…
  • Il gruppo Parola di Donna da anni lavora al Giardino dei ciliegi curando la presentazione di libri e dedicandosi alla ricerca della "voce" di donne…
  • Nata a Viterbo, si è laureata in Lettere all'Università di Pisa. Ha insegnato italiano in varie università estere (Sydney, New York, Alessandria d’Egitto, Galway). Si…
  • Si è laureata, con il massimo dei voti, in Italiano presso l’Università Linguistica di Mosca e in Lingua e Letteratura russa presso l'Università degli Studi…
  • Si è laureata a Firenze in Letteratura inglese e dal 1982 insegna presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Firenze, attualmente come Professore ordinario.…
  • La Società Italiana delle Letterate è costituita da oltre duecento lettrici e studiose di tutte le letterature, scrittrici, giornaliste, operatrici culturali, editrici e insegnanti di varie generazioni e…
Visualizza articoli per tag: epistolario

A cura del Gruppo Parola di Donna del Centro Ideazione Donna - Il giardino dei ciliegi

 

Eugenia, Eufrosina, Catterina sono donne in attesa dell'unico evento possibile nell'800, il matrimonio, e aspettano le lettere dell'innamorato "a guisa di carabiniere in sentinella", leggendole poi "mille e mille volte", "colla dolce speranza" di riceverne ancora.

 Gli epistolari di questa raccolta rispondono a un bisogno immediato di comunicazione: sono infatti scritti assolutamente privati, senza cioè alcun intento letterario, in cui la stesura grammaticale è quella parlata. Queste lettere, che segnano la scansione del quotidiano, del tempo domestico, sono legate a donne nell'intimità della casa che, di solito, si pongono come soggetto di amore da donare. La pagina diventa lo specchio dove la donna proietta la sua immagine, ma un'immagine secondo il ruolo affidatole, come l'altro la vuole.
Pubblicato in Critica
Mercoledì, 17 Giugno 2009 10:03

Le figlie di Mab

Traduzione e prefazione di Eleonora Chiavetta


Nel grande poema rivoluzionario di Shelley, La regina Mab, la saggia fata Mab rivela all'eroina dormiente i segreti del passato, del presente e del futuro. Perché la forte e libera Mab è, secondo il mito, anche l'ispiratrice dei sogni. Le eroine di Le figlie di Mab - Mary e Claire, Fanny e Harriet - figlie vere o ideali di Mary Wollstonecraft devono confrontarsi con i suoi sogni rivoluzionari, e con quelli di William Godwin, Shelley e Byron, e ad essi sopravvivono o non riescono a sopravvivere.

 Il romanzo è la ricostruzione, attraverso brani di diari e lettere di quattro donne, di un anno, denso di avvenimenti, della loro vita e di quella movimentata e drammatica del gruppo di intellettuali di cui Shelley e Byron erano il centro. Le quattro protagoniste sono la scrittrice Mary Shelley (1797-1851), figlia della femminista Mary Wollstonecraft e del filosofo William Godwin e moglie di Percy Bysshe Shelley, sua sorella Fanny (1794-1816), la sua sorellastra Claire Clairmont (1798-1879) e la prima moglie di Shelley, Harriet (morta nel 1816). Ciascuna rivive sulla pagina con la sua propria voce, come se realmente fosse lei a parlarci, a comunicarci speranze, illusioni, disperazione o allegria. Ognuna diversa e diversamente figlia di una generazione che ha sperato in una rivoluzione mancata. Vicine a noi anche se diverse da noi e tra loro, affrontano in maniera diversa questa pesante eredità, chi soccombendo e chi invece riuscendo in qualche modo a non farsene schiacciare.

Pubblicato in Le Classiche
Mercoledì, 17 Giugno 2009 09:53

Un così forte desiderio di ali.

Traduzione, cura e prefazione di Franca Gollini 

 
Lettere 1829 - 1855
 
 "Una tale insofferenza per la costrizione e il lavoro sempre uguale, un così forte desiderio di ali, ali che solo la ricchezza può dare, una tale sete di vedere, conoscere, imparare - mi è sembrato che qualcosa si espandesse in modo sorprendente dentro di me per un attimo, mi sono sentita tormentata dalla consapevolezza di facoltà non esercitate". A scrivere così è Charlotte Brontë, autrice della maggior parte delle lettere di questa raccolta che offre un punto di vista privilegiato per osservare la vita quotidiana della famiglia più celebre e amata della letteratura inglese.

È soprattutto Charlotte, delle tre geniali sorelle Brontë, quella che più aveva contatti con il mondo, l'autrice delle lettere di questa raccolta. Le lettere di Charlotte sono tratte dall'enorme epistolario che ha scambiato con le amiche del cuore Ellen Nussey e Mary Taylor, con l'amato professor Héger e con personaggi più o meno illustri del mondo letterario. Ma in Un così forte desiderio di ali ritornano le voci anche di Emily ed Anne, e del loro inquieto fratello Branwell, che ci fanno rivivere gioie, dolori, speranze, illusioni con l'immediatezza della testimonianza diretta, attraverso espressioni ora ironiche, ora amorose, ora appassionate, ora giocose.
Pubblicato in Le Classiche
 
 

Associazione Culturale Leggere Donna - Luciana Tufani Editrice
Via Ticchioni 38/1 - 44122 Ferrara | tel/fax 0532/53186 - e-mail luciana.tufani@gmail.com